Il Brichetto

Il toponimo deriva dalla posizione dell’appezzamento su un piccolo rilievo, caratterizzato da un terreno di medio impasto.

Il sottosuolo si è formato all’incirca 18 milioni di anni fa ed è composto da strati alternati di arenaria e marna di colore blu intenso. L’altitudine di tale appezzamento è di circa 270 mt. s.l.m. con esposizione a sud-ovest.

Le caratteristiche pedo-climatiche di questo rilievo donano hai vini una grande freschezza, una forte sapidità e mineralità.


Il vigneto è vitato a Pinot Nero e le uve qui prodotte sono impiegate nella produzione dello Spumante Alta Langa rosè Riserva millesimato Docg “Silvì”.

Le viti sono coltivate a spalliera con sistema di allevamento a guyot, avente sesto d’impianto di 2.40 X 0.80 mt.
La lavorazione dei terreni è effettuata con l’ausilio di macchine agricole e con forza manuale. Non sono utilizzati diserbanti e non è praticata alcuna irrigazione. La raccolta del Pinot Nero è effettuata a mano e le uve sono riposte in cassette da 20 kg.